Pen drive di bassa qualità con sorpresa

Il mercato delle chiavette USB è oggi vastissimo, ne esistono di tutte le forme e capacità e naturalmente di tutti i prezzi. Generalmente se il prezzo è molto basso la qualità ne risente.

Da questo punto di vista l’inventiva cinese gioca un ruolo determinante nel trovare soluzioni.

Uno dei casi interessanti in proposito lo riceviamo da un cliente che lamenta il fatto che la pen drive non viene riconosciuta e non è possibile accedere ai dati.

Chiavetta USB economicaEsternamente la chiavetta si presenta come moltissime altre, un modello comunissimo soprattutto nelle pen drive promozionali. Continue reading


Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Chiavette USB uguali fuori ma diverse dentro

Molto spesso acquistando due identiche chiavette USB si ritiene di aver acquistato lo stesso identico prodotto. Tuttavia molti marchi noti (quasi tutti per la verità) commercializzano lo stesso prodotto che però può essere equipaggiato con diverse soluzioni hardware. Acquistando ad esempio la stessa pen drive (stessa capacità, stesso modello, stesse specifiche e stessa identica confezione) è probabile che il circuito contenuto all’interno sia costruito con diversa componentistica e diverse soluzioni tecniche. Questo accade perchè moltissimi marchi noti del settore affidano a produttori esterni la parte elettronica e si limitano ad assemblarli in gusci con il loro design e riportanti il loro marchio.circuito chiavetta usb verbatimNella foto è possibile notare come una pen drive Verbatim da 16GB contenga diversi circuiti. Continue reading


Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Tipi di chip NAND nelle pen drive.

Le memorie NAND flash sono alla base di innumerevoli prodotti consumer. Data l’enorme diffusione e il loro vasto campo di applicabilità nel tempo si sono sviluppate nuove soluzioni atte a ridurre costi di produzione e a semplificarne la produzione.

Ad oggi il chip di memoria di una pen drive può essere presente in diversi formati con le medesime specifiche.Tipi di chip nelle pen driveQueste nell’immagine sono 4 tra le più comuni versioni di NAND chip utilizzati in una chiavetta USB. Da destra uno dei più comuni, la versione TSOP che generalmente presenta 48 piedini disposti su 2 file nei lati più corti. Continue reading


Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Recuperare dati da pen drive con hardware monolitico

La continua ricerca volta alla riduzione dei costi produttivi e della miniaturizzazione sforna continue innovazioni tecnologiche. Una delle soluzioni hardware ormai  in larga diffusione è il cosiddetto “monolite” che equipaggia già numerosi modelli di pen drive. Come anche i meno esperti del settore possono immaginare una comune pen drive racchiude al suo interno un circuito stampato in vetronite sul quale sono saldati il connettore USB e i vari componenti tra cui il controller e il chip di memoria. Questo tipo di concetto sembra volgere al termine per lasciare spazio a questa nuova soluzione. Nll’immagine di sinistra è possibile vedere come una comune pen drive contenga al suo interno un circuito standard, mentre la più piccola pen drive di destra è costituita esclusivamente da un piccolo mattoncino nero dal quale fuoriescono solo i contatti per la porta usb. Continue reading


Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Una SD contro l’acqua di mare

Un cliente allarmato ci contatta per sottoporci il suo problema: di ritorno dalle vacanze non riesce a recuperare le foto dalla sua SD card.

Secondo quanto ci dice la memory card è accidentalmente caduta nell’acqua di mare. Immediatamente ha provveduato ad asciugarla con un panno morbido e con il phon. A quanto sembra la memory ha funzionato ancora e il giorno stesso ha scattato altre foto. Il problema si presenta alcuni giorni dopo quando improvvisamente la scheda non viene più riconosciuta ne dalla macchina fotografica ne dal computer. Continue reading


Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS