Pen drive di bassa qualità con sorpresa

Il mercato delle chiavette USB è oggi vastissimo, ne esistono di tutte le forme e capacità e naturalmente di tutti i prezzi. Generalmente se il prezzo è molto basso la qualità ne risente.

Da questo punto di vista l’inventiva cinese gioca un ruolo determinante nel trovare soluzioni.

Uno dei casi interessanti in proposito lo riceviamo da un cliente che lamenta il fatto che la pen drive non viene riconosciuta e non è possibile accedere ai dati.

Chiavetta USB economicaEsternamente la chiavetta si presenta come moltissime altre, un modello comunissimo soprattutto nelle pen drive promozionali. Una volta disassemblata è possibile notare una particolarità hardware del tutto insolita. Il PCB presenta una componentistica standard con un controller Silicon Motion, tuttavia al posto del chip di memoria c’è invece collocata una MicroSD. Il collegamento tra la MicroSD e il PCB non avviene attraverso i contatti standard come sarebbe stato normale se avessimo avuto a che fare con un lettore di MicroSD camuffato da Pen Drive ma attraverso delle piazzole di servizio di servizio, (normalmente non visibili) perchè coperti da uno strato protettivo.

La particolarità ed anche lo scopo di questo collegamento piuttosto insolito risiede nel fatto che così facendo è possibile riutilizzare il chip di memoria di schede di memoria che hanno parte della componentistica danneggiata e che sarebbero destinate ad essere distrutte. L’eventuale problema al controller o di altri componenti della schedina è in questo caso del tutto ininfluente in quanto viene bypassata e sostituita da quella presente sul PCB della chiavetta.

Così facendo grazie all’inventiva cinese piccoli produttori dagli occhi a mandorla sono in grado di riciclare scarti di produzione riproponendoli sul mercato in altre forme.

Avendo a disposizione 2 identiche pen drive è possibile notare inoltre che le micro SD non sono identiche. Una delle due non presenta alcun segno identificativo riguardo alla marca o capacità mentre sulla superficie della seconda è evidente come un trattamento laser abbia cancellato completamente la marca originale.

 


Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS